lunedì 16 febbraio 2009

Volo per votare un volto

E’ cominciato tutto per caso, un mese fa , giorno piu giorno meno, dopo aver letto qualcosa sull’ incombente diatriba elettorale in Sardegna tra il presidente uscente e l’orsacchiotto di berlusconi.
Per curiosita', giusto per curiosita', son capitato sul sito della ryan air, e per puro scrupolo ho digitato due ipotetiche date che potessero comprendere i giorni 15 e 16 febbraio…tctctctctct mi suggeriva la tastiera, io non l’ascoltavo, preferivo fidarmi delle immagini…9 euro in tutto tasse escluse,andata e ritorno, partenza da orio al serio…incredulo ho preferito rivolgermi alla tastiera che offesa per aver snobbato il suo linguaggio ticchettoso evitava di considerarmi.
Nel giro di mezz’ora, dopo aver contattato il mio socio torinese nonche’ autore del celeberrimo pezzo “carmen” mi ritrovavo ad acquistare il biglietto che per nonsoquale motivazione aveva raggiunto i 18 euro a capoccia, nonostante fossimo riusciti a divincolarci tra le innumerevoli trappole presenti nel sito, al momento dell’inserimento dati, come per esempio :” Non siete non sicuri della certezza di non acquistare un assicurazione di viaggio per un totale di 14,50€? Se si non spuntate la casella di autorizzazione nel menu’sottostante.”
Il giorno prima del volo effettuiamo un rapido ceck in on line stampando due fogli a casaccio,che solo al momento della partenza si rivelano fondamentali per la partenza in quanto valide come carte d’imbarco, ma che riportavano entrambe solamente il nome del sottoscritto…
Ovviamente ci accorgiamo del misfatto quando al momento della verifica ci sono soltanto due persone davanti a noi…ma sfruttando la meticolosita’ dell’assistente che dorme in piedi, riusciamo a cavarcela con stratagemmi di dissuasione che per quanto banali risultano efficaci : I “carta d’imbarco e documenti “ N “ ecco i documenti “ . I “ Ho chiesto anche la carta d’imbarco “
N ”La mia valigia e’ in regola? Ecco la ricevuta” I “ Penso di si,no la ricevuta non va bene..deve farla entrare qui per verificarlo,hei la carta…” N tirando fuori i due fogli stropicciati simili a questa “ Oddio ma e’ tardissimo, ah ecco e’ per caso questa?,sono due ,ho anche quella del mio amico,il peso e’ corretto?” I “ credo di si, entro i dieci kg” ..”Alura ve movete o no?” si sente borbottare da
qualcuno dietro di noi…N “ si si andiamo” e proseguiamo con aria frastornata fino al metal detector…
Dieci minuti alla partenza, non abbiamo la minima idea di dove sia l’imbarco, come forsennati cerchiamo la via per la salvezza…Vienna, no Barcellona, no…riusciamo per sbaglio a scorgere l’indicazione che fa per noi, gate 10, corriamo all’impazzata , giriamo l ‘angolo ed ecco una caotica massa di persone affollare un appendice dell’aereoporto…il volo e’ in ritardo di 20 minuti ,bene , il tempo necessario a fomentare la paura di non riuscire a passare l ‘imbarco in quanto sprovvisti dell’apposita carta…
Un ragazzo di fianco a noi ci conferma col suo accento della correttezza del gate, e ci domanda: “ come mai tornate a cagliari?”. “ per le elezioni ovviamente…” “ e chi voterete?”...”Beh ti ho risposto che torniamo per votare,e gia’ questo dovrebbe farti capire la nostra scelta!”…”eheh”risponde “ effettivamente chi cazzo tornerebbe per votare Cappellacci? “…La risata si propaga qualche indiviuo piu’ in la, coinvolgendo la signora accanto a noi che annuisce sorridendo.
Stratagemma: io, unico possessore di una carta d’imbarco, passo avanti mi faccio strappare il lembo tratteggiato e mi avvio di corsa verso l’aereo( ryan air non fornisce alcun mezzo per raggiungere il velivolo eccetto le individuali capacita’ motorie )mentre james , fingendosi distratto fa sfilare alcune persone davanti a se per poi dichiarare di aver dato la carta d’imbarco al sottoscritto, ovviamente gia' salito a bordo.
Il tutto ci convince per un lasso di tempo limitato, sufficiente a scolpire sul mio ovale un’adeguata faccia di bronzo e dichiarare all’inserviente accanto a noi la sventurata perdita , nella confusione , della carta d’imbarco da parte di uno dei due…I suoi sospetti sulla mendacita’ delle mie affermazioni svaniscono non appena dichiaro con un espressione di fanciullesca innocenza d’esser passati al controllo iniziale, e quindi implicitamente in possesso della desaparecida carta .
“bene”afferma con aria consolatoria e uno sguardo di semi-complicita’”ve ne stampo subito un'altra’, torna qui tra un minuto”…
I secondi che precedono il varco della soglia sono come il rallenty dell’arrivo a traguardo di una corsa ciclistica, l’espressione soddisfatta e la consapevolezza di averla fatta franca ci pervade fino al momento in cui riusciamo a prender il posto sull’aereo.
Sara’ una fissazione osservare i passeggeri che mi circondano, sara’ per via del fatto che mi trovo su una compagnia irlandese, fattosta’ che al mio fianco siede una certa Maria Antonietta Contu , nazionalita’ belga, che stringe tra le mani un libro in francese, pare addirittura di argomento scientifico…Non pronuncia una parola per tutta la durata del volo, eccezion fatta x qualche battuta sulla hostess che, vomitando parole, provava a spiegarci in che modo buttarci di sotto nel caso in cui il velivolo prendesse fuoco in quota “tirarner gicamnt vrso divoil amsscher dell’ossg…”sia in italiano “ edimspir arelntam entefin allspegnim ntodelsegn” che in inglese.
Atterriamo 30 minuti dopo rispetto all’orario previsto, ma ci informano raggianti che il volo e’ stato puntale ,ossia ha impiegato il tempo previsto di un’ora e un quarto”.
Rinfrancati dalla consapevolezza d’esser giunti puntualmente in ritardo, percorriamo i pochi chilometri di tunnel che ci separano dall’uscita dell’aereoporto…coi piedi ancora fumanti mi domando se il nostro piccolo supporto sara’ realmente quella goccia nel mare (di voti) che, mi auguro, inondera’ le cataste di finti dati e stronzate costruiti dal premier assieme al suo teddy bear…
Come ho letto da qualche parte sul web, “io i cappellacci li preferisco in brodo”…



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

13 commenti:

James ha detto...

Ahahah, maledetti quelli di Ryanair, costan poco ma ti fan penare. Spero comunque che abbiano riempito tutti i loro voli, che tutte le compagnie abbiano fatto affari d'oro.
Non ho conosciuto nessuno che stima Cappellacci, nemmeno chi ammette di votare PDL. Sarebbe davvero triste se vincesse...

Matthew ha detto...

"Non siete non sicuri della certezza di non acquistare un assicurazione di viaggio per un totale di 14,50€?"

Avrei spuntato la casella del nì...

Matthew ha detto...

In effetti hai ragione: chi tornerebbe per votare il figlio del commercialista di Berlusconi (Cappellacci, ndr)...?

marcy ha detto...

ciao ragazzi, è stata una piccola avventura, x una giusta causa!

Getz ha detto...

Al momento il figlio del commercialista di berlusconi sembra stia in vantaggio...io sinceramente nutro ben poche speranze, il molise insegna...

The Comedian ha detto...

Cazzo, vivendo a Milano alle batoste c'ero abituato, ma questa di Soru mi sconquinfera.
Non è esattamente che smani per arrivare alle elezioni europee...

Matthew ha detto...

Che trishtezza...

James ha detto...

"E' stata un'esperienza bellissima - ha detto Soru -: c'è stato tanto impegno e tanta passione. Porto nel cuore l'accoglienza di moltissimi sardi e il loro affetto. Approfitto per ringraziarli tutti, soprattutto gli studenti e gli emigrati che sono rientrati apposta per votare. E a loro voglio dire che va bene così".

Mi dispiace tanto.

Tore ha detto...

opinione breve:
Soru comandava solo lui
con Cappellacci finalmente comanderanno tutti

tore ha detto...

p.s.: se non si fosse capito il mio commento precedente voleva essere ironico...

Matthew ha detto...

Comanderanno tutti tranne lui (PierUgo Testa di Legno, intendo)...

Tore ha detto...

certo, lui deve solo garantire per tutti, sorridendo

Matthew ha detto...

Ha basato la campagna elettorale sul sorriso. Dal 10 gennaio fino ad oggi si è limitato a sorridere, senza dire una parola che fosse una (ha pure disertato i dibattiti, visto che non sono occasioni in cui si può sorridere e basta)...