venerdì 27 giugno 2008

Interc...azioni II


Oggi sull'"espresso" che non a caso ha come capo del consiglio di amministrazione Carlo de Benedetti ( si proprio quello del" processo sme" e del "lodo mondadori") pubblica la seconda parte delle intercettazioni depositate dal tribunale napoletano riguardo gli scambi di favori tra rai, mediaset, politici e furbetti vari...
Un bel colpo, proprio all' alba della nuova legge , che a detta di Interlusconi sta diventando piu impellente di un bisogno fisiologico...effettivamente si e' stancato di sporgere querela(come ha fatto anche in questo caso) e di perdere le cause prese in esame dalle "toghe rosse"...
Ho acquistato l'espresso, e cio mi e' costato un'ora di bicicletta sotto il sole cocente di una Milano che sembra una cerchia dell inferno...quando si pubblicano delle notizie ormai la gente fa a gara per acquistarle, o almeno non trovo altra spiegazione al fatto che in nove edicole su dieci la rivista fosse terminata...
Uno scandalo che coinvolge tanti personaggi piu' meno noti e piu' o meno rilevanti, spintarelle , appoggi, gli interessi personali e le strategie televisive si intrecciano nel solito groviglio " all'italiana".
C'e' da stupirsi?
Non credo , almeno noi italiani siamo abituati a questo ed altro... piuttosto sarebbe necessario agire e questo viene sempre piu' difficile giorno dopo giorno...
Erano belli i tempi in cui si sperava che ( grazie allo scandalo telecinco ) almeno dalla Spagna si facesse qualcosa per porre freno al nostro "imprendipremier" di successo...
Una volta capito che era piu semplice bloccare la magistratura prima del suo intervento, invece di aspettare anni per far cadere in prescrizione i processi (anche se gia la ex cirielli ne dimezzava i tempi) e che bastava controllare un poco l 'informazione in modo da non condizionare l 'opinione pubblica si e' dato il via al vero governo all italiana...
Licio Gelli diceva che per controllare l' informazione sarebbe bastato corrompere due giornalisti a testata...ma come fa notare Travaglio non era stato tanto lungimirante, si puo sempre fare di meglio, e Milvio lo dimostra...
Questo "scandalo" come tanti altri avra' un eco di qualche giorno...poi tornera' tutto a posto,come sempre..inutile sperare in una opinione pubblica che non esiste piu', ormai si puo dire di tutto, possono emergere inchieste piu' o meno gravi, ma le leggi passano, la gente continua a scaldare le poltrone e noi rimarremo qui ad assistere alle loro porcate e al massimo sfogarci su un blog o con gli amici al bar...
Non ho voluto spiegare la vicenda nei dettagli , ma vi forniro' qualche link che riesce a farlo meglio di me...la repubblica ,il corriere ,l'espresso.
Da notare le dichiarazioni di Angelino Alfano(entrato da poco nel ristretto club degli stronzi da odiare)che ostenta celatamente(scusate l 'ossimoro) tutta l 'arroganza della nostra classe politica: Noi - ha commentato Alfano - non siamo in guerra con i magistrati, noi non siamo in guerra con nessuno". "L'Espresso - ha aggiunto - non rappresenta i magistrati. La nostra idea di stato è che la magistratura deve svolgere il suo lavoro e l'esecutivo deve poter fare le leggi".
Ovvero, fateci fare le leggi che ci fanno comodo poi indagate pure...mica ce l abbiamo con la magistratura noi...solo che saremo noi a dirvi dove come e quando indagare...
Questo invece e' il link alla seconda tranche delle intercettazioni ascoltabili sull'espresso, mentre per chi preferisce leggerle e lasciare spazio all' immaginazione ecco il link che riporta tutte le intercettazioni pubblicate.
Ascoltate leggete e diffondete, e' una delle poche armi rimaste a nostra disposizione...

8 commenti:

James ha detto...

ottimo post vecchio.
solo non è necessaria la firma alla fine, appare cmq l'autore.

bisognerebbe trovare una definizione che rappresenti tutto questo, in fondo ci giriamo attorno, come dici tu, tra post e discussioni tra noi, ormai da un sacco di tempo... un qualcosa che esprima allo stesso tempo l'insofferenza e la rassegnazione, la capacità di sopportare una realtà che non cambia mai e la delusione per ogni nuovo fatto vomitevole da tollerare, ancora una volta...

Matthew ha detto...

Pure Minoli...

Comunque è davvero "tutta 'na pasta", per citare Piero Ricca (credo si possa pronunciare anche 'na pashta"...). Saccà, berlusconi, la docile Letizia Moratti, Montezemolo... Altro che caste! Sembrano molto di più la congrega dei Tagliapietre (James sa a cosa alludo...): raccomandazioni, 4-5 volte al giorno viaggetti Milano-Roma, immagino abbiano in dotazione di serie i parcheggi gratuiti.
Una cosa mi stupisce: ma com'è che in queste intercettazioni non c'è traccia di Benedetto XVI o di qualche cardinale...? Nelle telefonate si parla di argomenti che dovrebbero interessare anche la Chiesa...!

emanuela ha detto...

Il fatto è che gli Italiani sanno bene come funzionano le cose e, nonostante tutto, votano sapendo chi votare.
Raccomandazioni, pressioni, squallore: tutto previsto, poi verranno le leggi che cancelleranno ciò che disturba il manovratore

Matthew ha detto...

Benedetto 16°: "Akostino, folefo kiedere una kortesia."
Saccà: "Dica pure, Sua Santità."
Benedetto 16°: "Mi kiedefo se era pozibile fare qvalcosa per una fedele cvi piacerebbe recitare in qvalke fostra fiktion. E' il bvon dio che fuole..."
Saccà: "Certo, mi dia pure il nome!"
Benedetto 16°: "Fa bene, la farò rikiamare da padre Georg: si okupa lui di qveste cose..."
Saccà: "Va benissimo, attendo una vostra telefonata, allora."
Benedetto 16°: "Perfetto. Saprò rikompensarfi, nell'aldilà offiamente! Sia lodato Gesù Kristo."
Saccà: "La ringrazio, Santità. Sempre sia lodato!"

Ecco, mi immaginavo una conversazione del genere...

BC. Bruno Carioli ha detto...

Temo che in molti pensino che una piccola raccomandazione non faccia male.
O no ?

James ha detto...

quella citazione di silvio (nel blog di emanuela) che parla inglese a braccetto con bush è una pugnalata. Avevo quasi smesso di ridere ormai, son passati 2 anni dal R.i.P, ma dio quanto ho riso per il "nos onli"...

Matthew ha detto...

Caro Bruno hai ragione: non solo la "piccola raccomandazione" non fa male, ma è il modo più rapido e comodo per "arrivare"... Purtroppo.

Per James: La citazione 'english' di Silvio l'ho messa pensando a te, so che ti fa ridere come poche altre cose...!

Matthew ha detto...

Dimenticavo: James fai un salto nel blog di Pellescura, il link è nel post precedente.