giovedì 12 marzo 2009

Flusso di coscienza...

Finalmente posso scrivere di nuovo...non so quando potrò farlo di nuovo...perciò qualcosa devo pubblicarlo...ma che cosa???!!!ci sarebbe tanto e niente da dire...
certo...questi sono giorni davvero strani...che forse hanno fatto nascere una nuova personalità in me,oltre alle due già conosciute...alcuni ricordano il Cappotto..e i miei colleghi scrittori ne sanno qualcosa...altri ricordano l'amico Orsi...qui sicuramente non c'e nessuno dei 2...c'e una persona che forse in italia non c'e mai stata...
chi è costui???non lo so nemmeno io...devo ancora conoscerlo...uno che ha scoperto di avere più coscienza di quanto pensava...perchè dico questo??!!perchè solo i bambini hanno una coscienza pura...e stare qui è un po come tornare bambini...e come bambini si socializza con persone di cui si capisce al max il 30% di ciò che dicono,si ride per poco e ci si accontenta di ancora meno,pur avendo la coscienza che forse si può avere materialmente più di quanto si aveva altrove,più a ovest o più a nord...qui la ricchezza che si trova è quella interiore...quella che ti da qualche momento di solitudine,lontano da cio che avevi,che ti fa riffletere su errori passati,come vivere il presente e possibilità future...quella ricchezza che ti da lo stare a contatto con culture diverse,che all'inizio nn capisci e da cui nn sei capito,che col passare dei giorni si mischiano in un fantastico caos che forse non vivrai mai più...

che altro posso dire??!!non so...i pensieri si rincorrono velocissimi,è inpossibile acchiaparli in questo momento...un mix di nostalgia,passione e euforia pervade questa esperienza..alcuni mi mancano e nn vedo l'ora di rivederli,alcuni mi mancheranno e so che probabilmente non li rivedrò mai più...ma il domani è sconosciuto...per sapere bisogna solo aspettare...

3 commenti:

James ha detto...

bella vecchio!!! quest'esperienza ti ci voleva proprio, ne ero sicuro. mi avevi parlato, mille dubbi... so che ti sei creato questa possibilità "a cazzo"; a me sorprende sempre come scelte che nel momento in cui sono prese non hanno alcun valore, non dicano nulla di cosa ti daranno in futuro e non sembrano essere importanti, poi diventano una delle tante "svolte" non previste, non preventivate che forse ci cambiano più del pensabile. Quella sensazione di "non conoscersi a fondo" la capisco bene, ormai scrivo solo su questo!
Sono davvero contento per te. Un abbraccio; tra non molto verrò a trovarti!

Ale ha detto...

bel post..
pieno di frenesia..come il tuo stato d'animo :)

Maroc ha detto...

Orsi, la tua permanenza in terra rumena comincia a preoccuparmi. O le tastiere sono immensamente scomode, là, oppure tu stai diventando paurosamente spastico a scrivere.
A parte questo, come va? :D

Maroc