giovedì 11 settembre 2008

Essere comunista...


Ho letto i commenti nel post precedente... e ne è scaturita una naturale riflessione... ma quando i sostenitori del centro destra usano l'appellativo "comunista" cosa intendono dire???!!!!!sarebbe un insulto???!!!in tal caso dimostrerebbero la loro totale ignoranza, in quanto la prima regola in democrazia è rispettare chi è portatore di un ideologia o di un pensiero diverso, e visto che loro si professano ultrademocratici si starebbero contraddicendo da soli...se invece associano ideologia comunista e bolscevismo gli consiglierei di aprire un libro di storia e uno di filosofia se ancora nn l'hanno fatto...il bolscevismo è stato semplicemente una forma di stato di stampo comunista ma che dell'ideologia marxista ha seguito ben poco,quella di Stalin è stata una dittatura personale...un po come quella di chi ci governa adesso( anche se devo riconoscere che è parecchio abile a nascondere la cosa)...poi ho letto pure noi "comunisti" saremo solo capaci di criticare cio che non abbiamo fatto...avete ragione...noi critichiamo cio che non abbiamo fatto e che state facendo voi semplicemente perche quello che fa il vostro adorato silvio non va fatto in un paese democratico...non esiste che chi è sotto numerevoli processi sia capo di un governo democratico(per sua stessa ammissione silvio dovrebbe presentarsi un giorno si e l'altro pure davanti ai giudici) e l'essere eletto in parlamento non è una giustificazione per non essere giudicati, quindi di conseguenza è assurdo che ci si faccia una legge per non essere processati...è assurdo esaltare l'evasione fiscale, il vostro caro premier disse che era normale,avendo tanti soldi,che venisse la voglia di evadere e che non c'era niente di male...MA SI RENDE CONTO DELLE STRONZATE CHE DICE??????!!!!!!!!!!e non parliamo del condono fiscale, di cui lui ha usufruito,ma senza volerlo...che paraculo...
per concludere il vero insulto sarebbe mafioso(che si puo rivolgere al premier visto che si hanno consistenti prove dei suoi contatti in sicilia), piduista(e la smetta di dire che la tessere gliel'hanno regalata)ecc.. e comunque non solo i comunisti pensano certe cosine di voi forzisti...quindi non fatte di tutta l'erba un fascio...prendetevela anche con gli altri...ne saranno onorati come noi comunisti di non essere come voi...che tutto sommato rispetto come esseri (a volte poco) pensanti...e adesso ho una domanda semplice da rivolgervi a cui chiedo di rispondere con un commento a questo post...io mi dichiaro comunista non perche critico l'operato del centro destra ma perche ritengo in parte ancora validi certi valori e certe teorie...voi perchè appoggiate il popolo delle libertà??!!quali valori e ideologie vi portano a questo tipo di scelta???vi chiedo di rispondere seriamente...la mia non è una provocazione ma una domanda seria...siamo un paese per certi punti di vista ancora democratico ed è giusto che ci sia un confronto...

8 commenti:

Matthew ha detto...

Posso accennare una risposta stile Pdl? Quali sono i nostri valori? La libertà...! Qual è la nostra ideologia? La libertà...!

Non essendo comunista avrei potuto rispondere; ma non sono nemmeno forzista dunque mi astengo. Risponda chi ha votato Berlusconi, svelandoci anche il perchè... magari!

Pellescura ha detto...

Azz mi ero perso una discussione accesa nel post precedente, non vi si puo' lasciare un giorno senza leggervi :-)

Matthew ha detto...

Un pò ci sei mancato...! Se vuoi dire la tua sei ancora in tempo eh!

Akkichan ha detto...

Mah, mi pare abbastanza inutile discuterne. il termine "comunista" come dispregiativo per indicare tutti quelli che hanno un'opinione contraria alla propria se l'è inventato Berlusconi quando è "sceso in campo" per indirizzare l'odio dei propri elettori verso chiunque facesse opposizione.

Il nano di Arcore è un esperto di marketing e sa come manipolare le menti di coloro che aveva già cominciato a lobotomizzare con le sue tv.

Il risultato è sorprendente: funziona! Chiunque abbia un cervello più piccolo di una nocciolina e non mai abbia letto neanche un libro di storia (no, non quelli di Bruno Vespa) utilizza il termine "comunista" a sproposito, non sapendo/rendendosi conto che i comunisti al governo non sono mai esistiti (no, nemmeno quelli del "partito comunista")

Il comunismo Marxista non è mai stato messo in atto, tutto ciò che ne è derivato sono solo storpiature che sono finite in dittature. Questo perché, nonostante i buoni propositi esposti nel manifesto, il comunismo ha dei bug non indifferenti.

In Italia il comunismo non c'è mai stato, al limite c'è stata una "sinistra" ai tempi di Berliguer e Pertini, ma poi il nulla.

Ad oggi solo chiamare PD partito di "centro sinistra" è una bestemmia.

Inoltre alcuni di quelli che si definiscono di estrema destra (ma anche di destra e basta) detestano il nano tanto quelli che si definiscono di sinistra.

Questo perché il governo di un mafioso pidusta imprenditore di stocazzo sta mandando in malora un paese già disastrato, e non ci vuole molto a capirlo, al di là delle parti.

PS: scusate la lunghezza del post.

Matthew ha detto...

Finalmente un commento degno di essere definito serio! E ci voleva tanto?! Grazie Akkichan per la tua attenta disamina!

ciclofrenia ha detto...

Anche io a breve posterò sull'argomento.
Mi sorprende come si possa bollare in questa maniera un'ideologia che rappresenta circa il 10% degli Italiani, e che per questo va democraticamente rappresentata.

Akkichan ha detto...

troppo gentile matthew ^__^

Matthew ha detto...

Macchè troppo gentile! Dopo tutti i commenti di ieri nel post precedente...